, ,

I giusti | Jan Brokken

Tutte le cose importanti cominciano all’improvviso e destano sospetto. A volte ci si ritrova di fronte a una scelta impossibile e per decidere si ha solo una frazione di secondo. Pur non sapendo ancora nulla, si ha il presentimento che da ciò possa dipendere il resto della propria vita (…) Jan Zwartendijk sentì squillare il telefono
,

Trilogia di New York | Recensione

"Ci troviamo di fronte a tre racconti quali “Città di vetro”, ”Fantasmi” e “La stanza chiusa”, scritti tra il 1985 e il 1987. Seppur separati, possono essere letti come un’unica storia"
,

Arabia Felix | T. Hansen

perchè l'Arabia Felix è un luogo felice? la felicità si trova davvero in un luogo? e mentre la spedizione danese cercherà risposte scientifiche, indagheranno anche sulla felicità.
, ,

Chiederò perdono ai sogni | S. Chalandon

Chiederò perdono ai sogni è un romanzo potente che ti si attacca addosso come una seconda pelle. Non si resta indifferenti davanti alle sofferenze di un popolo che chiedeva la sua libertà.
, ,

La quarta parete | S. Chalandon

Mettere in scena l'Antigone di Anohuil a Beirut per fermare la guerra e unire tutte le fazioni solo per dure ore. Ma la guerra non arriva in punta di piedi.
, ,

Nessuna complicazione sentimentale | M. Locatelli

Con un linguaggio che scorre fluido come un sorso di barolo accompagnato da una dose sapiente di ironia, Mara Locatelli, ci dà un assaggio della realtà così com’è: imprevedibile e burrascosa. Un libro che con leggerezza ci invita a riflettere su ciò che davvero conta.